Dal 2013 ad oggi si sono diffuse in Italia le social street, dei fenomeni di partecipazione attiva e sociale. Scopriamo insieme di cosa si tratta!

Una città sconfinata come Milano non è sempre “facile” da vivere. Chi si avvicina per la prima volta alla città più cosmopolita d’Italia può provare un senso di smarrimento iniziale che va elaborato. A Milano si vive così: risucchiati, inglobati, ma accolti dalla moltitudine di esperienze, sensazioni, attività.

In una realtà così multi-sensoriale e multi-esperienziale si potrebbe pensare che non c’è spazio o tempo per iniziative di stampo sociale. Invece, Milano si classifica come la città più “social” d’Italia… social non soltanto dal punto di vista del marketing, ma anche sotto il profilo dell’aggregazione fa persone, che adesso ha trovato una nuova forma d’espressione: quella delle social street, ovvero luoghi e momenti di incontro nei quartieri cittadini veicolati attraverso i social network.

Continua a leggere l’articolo!

Amazon Go: un nuovo modo di fare la spesa saltando le lunghissime file!

Ormai utilizzato regolarmente da milioni di utenti, Amazon è una delle piattaforme e-commerce più adoperate al mondo sia per la vastità della scelta proposta che per il servizio clienti estremamente valido che riesce a coprire (e a risolvere) la maggior parte delle richieste dei clienti.

In passato Amazon ha modificato le abitudini di acquisto di molti utenti, facendo della facilità e convenienza degli acquisti, nonché del customer care eccellente, il proprio marchio di fabbrica. Il colosso Amazon cerca però sempre nuovi sbocchi per la propria intraprendenza, l’ultimo dei quali si chiama Amazon Go: un rivoluzionario progetto di supermercato smart, che ha fatto il suo debutto (in versione beta) nel mese di dicembre. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Continua a leggere l’articolo!

Il braccialetto identificativo è molto importante se a fare sport sono persone con problemi di salute, allergie o per i diabetici ed è una sicurezza in più per tutti

Fare sport e spostarsi in tranquillità in zone conosciute (e non) può generare un po’ di paura se si soffre di alcune patologie che, se non ben comprese, possono arrecare danni permanenti. La tecnologia, tanto odiata alle volte, in questo caso può aiutare ad affrontare delle pratiche quotidiane con maggiore serenità, grazie anche ai braccialetti identificativi pensati per persone allergiche e/o diabetiche.

Continua a leggere l’articolo!