Social customer care con Facebook e Twitter

Non ci sono più i clienti di una volta”: ecco cosa potrebbe dire oggi qualunque brand di fronte alle innumerevoli richieste di informazione o risoluzione problemi che giungono dai propri consumatori. I bisogni e le esigenze della clientela sono cambiati in modo molto radicale e ciò che si ricerca nelle aziende è un servizio sempre più rapido e immediato, in grado di soddisfare pienamente le proprie aspettative.

Continua a leggere l’articolo!

Condivisione informazioni in tempo reale

La condivisione in tempo reale è ormai un’esigenza primaria per qualunque utente del web. Da un post pubblicato su Facebook ci si aspetta almeno un like nel giro di pochissimo tempo, da una foto postata su Instagram almeno un cuoricino e lo stesso vale per Twitter. L’uso massiccio di internet e dei social network ha modificato notevolmente il concetto di temporalità nell’ambito dell’informazione sia pubblica che privata, sostituendo ai minuti necessari per condividere o commentare una notizia, l’unità di misura dei secondi.  Ed è proprio sulla scia di questa necessità di informare alla massima velocità possibile che due grandi colossi della comunicazione hanno deciso di innovare i loro servizi, dotandoli di una dimensione ancora più social.

Continua a leggere l’articolo!

I social media influenzano costantemente molte nostre decisioni. Anche i viaggi o le scelte delle mete sono influenzate da ciò che gli altri postano. I professionisti del turismo non possono chiudere gli occhi davanti a queste nuove dinamiche di web marketing.

È ormai un dato di fatto: anche il turismo è influenzato dalla componente “social” e risponde al “Pics or it didn’t happen” degli utenti: condivisione di momenti, recensioni, foto, status, luoghi che costruiscono dei veri e propri storytelling personali. La condivisione di esperienze sui social network è in grado di influenzare considerevolmente la scelta di quella o di quell’altra meta. In questa ottica, anche le strutture ricettive o le agenzie di viaggio stanno rivoluzionando le strategie di (web) marketing orientandosi verso le nuove opportunità offerte dalle piattaforme social.
Continua a leggere l’articolo!

Dal 2013 ad oggi si sono diffuse in Italia le social street, dei fenomeni di partecipazione attiva e sociale. Scopriamo insieme di cosa si tratta!

Una città sconfinata come Milano non è sempre “facile” da vivere. Chi si avvicina per la prima volta alla città più cosmopolita d’Italia può provare un senso di smarrimento iniziale che va elaborato. A Milano si vive così: risucchiati, inglobati, ma accolti dalla moltitudine di esperienze, sensazioni, attività.

In una realtà così multi-sensoriale e multi-esperienziale si potrebbe pensare che non c’è spazio o tempo per iniziative di stampo sociale. Invece, Milano si classifica come la città più “social” d’Italia… social non soltanto dal punto di vista del marketing, ma anche sotto il profilo dell’aggregazione fa persone, che adesso ha trovato una nuova forma d’espressione: quella delle social street, ovvero luoghi e momenti di incontro nei quartieri cittadini veicolati attraverso i social network.

Continua a leggere l’articolo!

instabook-lettura-nuova-app-android

Datata ottobre 2016, l’app Instabook sarà ricordata come la rivoluzione “social” della linstabook-nuova-app-android-letturaettura. In un’era in cui tutto passa attraverso la condivisione sui maggiori canali online non poteva mancare un’app dedicata agli amanti della lettura.

In realtà, essa nasce con lo scopo di far (ri)scoprire una passione spesso considerata di serie B attravero le citazioni. Non è raro, infatti, che su social network quali Facebook o Instagram siano postati status o immagini con delle citazioni. Queste, random o volontarie che siano, non riportano sempre l’autore o l’opera. Tramite Instabook è ora possibile scoprire a chi appartengono quelle frasi incollate sulle varie bacheche e avere anche delle informazioni sull’opera dalla quale sono tratte. Prezzo, numero di pagine, date di pubblicazione, categoria: opere (s)conosciute o semisconosciute non avranno più segreti per chi scaricherà questa app sul proprio smartphone.

Continua a leggere l’articolo!

Facebook permetterà di cercare e trovare lavoro con un'apposita funzione. In cosa consisterà?

Cercare lavoro su Facebook non è una novità: è sempre più frequente sia la circolazione di offerte di lavoro che la “pubblicazione” della propria disponibilità nei gruppi creati appositamente – città per città – per la ricerca di un’occupazione. Le aziende stesse, molto spesso, pubblicano annunci di lavoro o lanciano un appello per la ricerca di personale sulle loro pagine ufficiali o sulle fan page. Ancora più frequentemente, le imprese incaricano le agenzie del lavoro di pubblicare annunci anche sulle loro pagine Facebook al fine di creare un ulteriore canale di ricezione delle candidature.

Continua a leggere l’articolo!

iw1YmMUn

Quante volte con i vostri amici o con il vostro partner vi siete chiesti: cosa c’è da fare questa sera in città? Da questa semplicissima domanda nasce Quokka, la nuova app/social network nata da un’idea di Roberto Verde, Alessandro Scappa, Simone Di Paolo e Lorenzo Borchini, quattro giovani ventenni romani.

Continua a leggere l’articolo!

aggiornamenti facebook

facebook-aggiorna-le-sue-funzioniNon tutti sanno che da qualche giorno, tramite la iOS app di Facebook, è possibile personalizzare ancora più nel dettaglio quello che vediamo nel nostro News Feed. Basta aprire l’app di Facebook dal vostro Iphone, cliccare sull’icona del menu generale in fondo a destra e selezionare  “Preferenze della sezione notizie”.
Vedrete da subito questa schermata con quattro sezioni diverse: “decidi chi vedere prima di tutti”, “non seguire più le persone per nascondere i loro post”, “entra di nuovo in contatto con le persone che non segui più”, “scopri nuove pagine”. Continua a leggere l’articolo!

agenzia social media management

È un fatto: esistono oggi luoghi alternativi alle piazze, ai mercati, ai condomini. Sono posti virtuali, forse non meno reali di quelli fisici e in questi posti noi trascorriamo ogni giorno un pezzetto del nostro tempo. Questi spazi “pubblici” si chiamano Social Network e stanno stravolgendo le regole della nostra quotidianità.

Continua a leggere l’articolo!