Storytelling e mobile: content marketing sempre più interattivo e coinvolgente

Lo storytelling è una tecnica antica, nata in ambito educativo per sottoporre concetti ostici in una prospettiva alternativa e divertente.
Si racconta una storia, si coinvolge l’ascoltatore, si crea empatia a livello emotivo, si crea interessi.

Lo storytelling digitale è una tecnica comunicativa utilizzata in molti ambiti e nel presente articolo analizzeremo il suo impiego nel content marketing, all’interno del quale è impiegato tramite la fruizione di video, immagini e contenuti interattivi di ogni tipo. Il brand aziendale viene proposto in un modo del tutto nuovo, più personale e vicino al cliente.

Questo processo narrativo è stato riportato a livello di advertising per elevare il content marketing ad uno step superiore, andando a lavorare sull’engagement con il customer per rafforzare quello che è il sentimento di empatia che il cliente prova nei confronti del suo brand preferito.

Sul mercato si affacciano app e tools per la creazione di storytelling in maniera semplice; si tratta, infatti, di un ambito in espansione non soltanto per le aziende,  ma anche a livello di utilizzo privato.

Elementi e tipologie dello storytelling

La metodologia di content marketing più comune è quella che si snoda in una sequenza di sole immagini, soli video o entrambi, all’interno dei quali sono presenti sponsorizzazioni non troppo intrusive, e si permette al fruitore di interagire dando la possibilità di cliccare su dei link, di dare un parere sull’argomento trattato o di compiere le più svariate azioni che meglio si sposano con il topic.

Lo storytelling può essere proposto anche sotto forma di mapping (percorsi virtuali strutturati su una cartina dove, tramite dei segnaposto, si possono visualizzare contenuti associati ad un particolare luogo geografico), possono trattare uno o più argomenti, possono essere “a puntate” o esaurirsi in un’unica volta.

Attualmente lo storytelling digitale meglio si sposa con il mobile in quanto lo smartphone è lo strumento più idoneo a raggiungere la porzione più grande possibile di pubblico. Le storie sono pensate per essere fruite al meglio sui dispositivi portatili, il che comunque non toglie la possibilità di goderne da desktop.

Il mobile permette, inoltre, di proporre una gamma più vasta di interazioni, e quindi aumentare il coinvolgimento dell’utente, il quale in alcuni casi può dare il suo contributo a decidere l’evoluzione futura dello storytelling.

Di qualunque tipologia si tratti, gli elementi imprescindibili dello storytelling digitale sono:

  1. Una buona storia, capace di coinvolgere gli utenti tramite un contesto avvincente;
  2. La stimolazione di desideri latenti tramite una tipologia di advertising non invasiva;
  3. La creazione di contenuti ad alto impatto, ben studiati a livello visivo, poiché l’essere umano tende a ricordare molto di più quello che vede che quello che legge.

lo storytelling è la storia tradizionale che diventa digitaleStorytelling digitale e brand aziendale

Lo storytelling può essere proposto ai propri utenti tramite le più disparate tipologie di social media, partendo da Facebook e Instagram, passando per il proprio sito fino alla proposta di contenuti direttamente sulla mail. È una strategia multicanale che permette di raggiungere facilmente gli utenti, di entrarvi in confidenza, di fidelizzarli in maniera creativa, diretta, divertente.

Come ogni forma di content marketing l’obiettivo è quello di mantenere un rapporto di lunga durata con il cliente, e quale modo migliore per farlo se non interessarlo e coinvolgerlo anche, soprattutto, a livello emotivo?

Si concede qualcosa di sé al cliente, il quale è felice di sentirsi parte di un tutto (nel nostro caso il brand aziendale) e può partecipare attivamente al processo creativo, poiché lo storytelling digitale più avanzato permette di interagire e prendere delle decisioni, scegliendo la piega che la storia potrebbe prendere.

Questo processo fa sì che sia anche più semplice accedere alle informazioni di contatto dei clienti, che avranno molte meno inibizioni nel rendere pubbliche le proprie preferenze e i propri dati, soprattutto visto lo strumento tramite il quale lo storytelling è proposto.

Sarà il cliente a voler sapere “come va avanti” e ad interessarsi delle sorti del suo business preferito, rendendo il processo di marketing avvincente, innovativo, estremamente coinvolgente e fidelizzante.

04 ott 2017

Lascia un Commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post correlati