Dal post blog al post social: i nostri consigli

Farsi trovare su internet è FONDAMENTALE. Le stime dicono che, nel mondo, sono online più di 440 milioni di blog, o meglio, 440 milioni di veri e propri centri multimediali.
Non serve a nulla averne uno e pubblicare articoli belli e interessanti senza promuoverli, perché nessuno li cercherà.

Per emergere tra i tantissimi blog competitor, è indispensabile condividere e far conoscere il proprio attraverso i social network. Quello che bisogna fare è dare nuova vita a ogni articolo e trasformarlo in uno o più post social.
Come? Ecco i nostri consigli:

 

Trasforma i punti chiave in short form

Un articolo di 800/1200 parole, contiene, ovviamente, tantissimi concetti interessanti che possono essere estrapolati, riscritti in forma sintetica e utilizzati in modo indipendente. In primis, è bene fare un elenco dei punti principali, scegliere l’ordine in cui pubblicarli e preparare, per ogni punto, uno o più post da distribuire nel corso della settimana.

Definire il formato del post

Subito dopo, diventa indispensabile definire il formato del post. La scelta va fatta in base al target a cui ci si rivolge e ai mezzi a disposizione per realizzarlo. Un post può contenere una o più immagini, un video, una gif, l’importante è riuscire a colpire il pubblico e a catturare nuovi follower. Perché il post sia vincente, ci vuole tanta creatività!

Scrivere un bel copy

Che il post sia una condivisione dell’articolo o che sia autonomo, in entrambi i casi, avere un copy ben scritto è essenziale. Lo scopo del testo da abbinare alla componente visual è quello di incuriosire l’utente e invogliarlo a cliccare per approfondire l’argomento. Prima di scrivere è sempre meglio chiedersi: “Che cosa vuole l’utente?”, “Di cosa ha bisogno?”. Solo dopo aver chiarito questo, sarà possibile riflettere sul copy vero e proprio che, ricordiamocelo, deve incuriosire!

Hashtag, tag, emoji, parole chiave

Non per forza tutti, ovviamente, però le cose che si considerano importanti da comunicare vanno inserite! Mai dimenticare che il troppo storpia; nel caso degli hashtag, ad esempio, è bene limitarsi a quelli che rendono il post efficace: non più di 11 su Instagram, 1 o 2 se si pubblica su Facebook e Twitter.

Invogliare alla lettura

Prima di pubblicare fai rileggere il copy a qualcuno fidato per sapere cosa ne pensa e se il post che hai creato favorisce davvero le lettura, se è scorrevole, se è di valore e se, soprattutto, non è controproducente e non fa “scappare” l’utente!

I pulsanti share permettono ai lettori di condividere facilmente un post sulle loro pagine.Parola d’ordine: Share

Ovvero, i pulsanti: gli share di Facebook, Twitter e LinkedIn che permettono ai lettori di condividere facilmente il vostro articolo sulle loro pagine. Ormai tutti le piattaforme danno la possibilità di inserirli in alto sopra ogni post.

Creare video e immagini originali

E, oltre a essere originali, video e immagini devono essere utilizzati con intelligenza. I video, ad esempio, prima di essere inseriti in un blog o in un post, vanno caricati su un canale ufficiale YouTube perché YouTube è il secondo più importante motore di ricerca dopo Google. Anche la SEO ringrazierà.

Per essere visibili e farsi trovare, è bene che i testi siano scritti bene, in ottica SEO, che siano esaustivi e interessanti ma, soprattutto, ben promossi tramite i social network più adatti al proprio target. Potenziare l’efficacia dei propri articoli non è semplice, per questo potrà essere utile avere il supporto di un’agenzia specializzata in social media marketing e content management.

 

21 feb 2018

Lascia un Commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post correlati