Navigazione mobile batte desktop: l’importanza di un sito ottimizzato per smartphone

Cambiano le abitudini degli utenti del web, i quali ai dispositivi di navigazione fissi, preferiscono sempre di più la navigazione mobile. Pratici, veloci e soprattutto sempre a portata di mano, gli smartphone sono diventati il mezzo per la ricerca e la consultazione online più utilizzato. Del resto, anche i numeri parlano chiaro: secondo il rapporto Digital in 2017 elaborato da We Are Social e Hootsuite, due terzi della popolazione mondiale possiede uno smartphone e più della metà di essa lo utilizza abitualmente.

Quando si realizza un sito internet, dunque, uno degli aspetti da non sottovalutare mai, per nessuna ragione al mondo, riguarda la sua fruibilità da mobile. Chi naviga da cellulare, infatti, vuole poter trovare tutte le informazioni in modo semplice, intuitivo e con una visualizzazione ottimale; all’apparenza potrebbe sembrare un lavoro molto complesso, ma utilizzando i giusti strumenti è possibile ottimizzare al meglio il proprio sito e superare senza errori la prova smartphone.

Come ottimizzare la navigazione mobile

Sappiamo tutti quanto Google sia preciso e, soprattutto, parecchio esigente in fatto di ottimizzazione; molto attento ai contenuti che ogni giorno vengono pubblicati sul web, tra le sue tante occupazioni, trova anche il tempo per verificare che un sito internet sia progettato anche per la navigazione da mobile. Per capire ciò si avvale di uno specifico test chiamato Google Mobile Friendly, attraverso il quale individua e valuta una serie di aspetti considerati imprescindibili per la fruizione di un sito internet tramite smartphone; il superamento dell’esame comporta anche la comparsa nella SERP della label Mobile Friendly, un attributo che, ad oggi, per una strategia SEO efficace può giocare un ruolo molto importante. Grazie alla grande diffusione degli smartphone, la navigazione mobile ha ormai superato quella desktop

Per aumentare il ranking del proprio sito da mobile esistono diverse soluzioni; si può decidere, per esempio, di puntare su un prodotto con un’efficace esperienza utente oppure di lavorare sulla struttura. Su quest ultimo punto Google offre tre diverse soluzioni, da adottare sulla base della tipologia di sito che si intende creare, e che sono:

  • Mobile con Responsive: si utilizza quando l’obiettivo è far adattare il sito alla risoluzione del device utilizzato e richiede una corretta programmazione CSS e Javascript;
  • Mobile con Pubblicazione Dinamica: con questa modalità il server risponde in base alla tipologia di device che compie la richiesta, inviando una tipologia diversa di sito;
  • Mobile con URL Separati: di fatto si tratta di creare due o più siti diversi, ciascuno con i propri indirizzi, e di applicare alcuni particolari accorgimenti riguardo alle url (imposti da Google); è certamente il metodo più complesso sia da realizzare che da gestire.

Strumenti per la strategia mobile

Stabilita la metodologia più idonea alle proprie esigenze e realizzato il sito, come posso verificare che il lavoro sia stato svolto correttamente? Esistono diversi strumenti utili per capire se il proprio sito è ottimizzato per i dispositivi mobili; ecco alcuni esempi:

  • Mobile Friendly: il tool di Google, già citato in precedenza, permette di verificare la facilità di utilizzo da mobile; basta inserire l’url da analizzare e in poco tempo Big G restituirà un punteggio e una valutazione del sito;
  • Pagespeed Insights: altro tool di casa Google in grado di testare la velocità di caricamento delle pagine di un sito da diverse tipologie di dispositivo.

Queste due soluzioni vengono utilizzate soltanto al termine della realizzazione del sito; è possibile, invece, capire già in fase di progettazione se il prodotto che si sta realizzando verrà visualizzato correttamente da smartphone? La risposta è sì; internet fornisce numerosi strumenti, spesso gratuiti, in grado di mostrare in tempo reale sul proprio desktop come appare il sito su un dispositivo a propria scelta. Se siete curiosi di provare almeno uno di questi tool, ve ne consigliamo qualcuno:

  • Trasmog: gratuito e senza registrazione, permette di visualizzare per intero uno dei numerosi dispositivi registrati al suo interno;
  • Mob.is.it: oltre a mostrare la visualizzazione scelta, consente anche azioni come lo scroll e la navigazione interna delle pagine;
  • Mobile Browser Emulator: estensione gratuita di Chrome, si installa molto facilmente e in pochi click è pronta a monitorare sia il proprio sito che quello dei competitor.

Lascia un Commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post correlati