Lead Generation e social media. Come raggiungere nuovi utenti e trasformarli in clienti

Social network per aumentare la brand awareness ma oggi anche strumento per fare operazioni di lead generation e intercettare nuovi possibili clienti.

Il lead è una persona che ha mostrato interesse per un prodotto, un servizio o, più generale, che ha dato valore a un’azienda e che può, con più facilità, passare da essere utente a cliente. Utilizzare correttamente i social network per incrementare i propri lead è molto vantaggioso perché tramite le piattaforme social, è possibile entrare in contatto con un pubblico variegato e numeroso e finalizzare la propria audience di riferimento fino a raggiungere profili altamente qualificati.

Dai social network alla lead generation

Generare nuovi contatti e convertirli in clienti è possibile e i risultati si possono raggiungere in tempi più celeri rispetto al passato quando la raccolta di lead avveniva solo attraverso i canali offline. Grazie ai social, si possono ottenere non solo gli indirizzi email degli utenti, ma anche altri dati quali nomi, località, numeri telefonici ecc., utili per entrare in contatto diretto con loro.
Facebook, LinkedIn, Twitter e Instagram possono essere utilizzati per fare lead generationEcco qualche suggerimento per utilizzare al meglio i singoli social network:

Facebook

Con oltre di un miliardo e seicento milioni di utenti è il social più usato per fare lead generation ma non per questo è il più funzionale. Ogni azienda, infatti, in base al proprio target e pubblico di riferimento, deve sempre scegliere con estrema accuratezza il social su cui investire.

Chi decide di implementare una strategia Facebook può attivare uno di questi strumenti:

  • creare e condividere contest, magari reindirizzando l’utente verso una landing page esterna ricca di contenuti coinvolgenti, tramite la quale raccogliere i contatti e generare lead altamente profilati;
  • creare custom TAB personalizzate inserendo form di contatto direttamente all’interno della pagina Facebook, per raccogliere nuovi lead senza dover indirizzare gli utenti su un sito web esterno;
  • scegliere un lead magnet ovvero un contenuto che possa risultare interessante per i potenziali clienti da condividere gratuitamente (ad esempio: guide, tutorial, tool), a cui gli utenti possono accedere solo dopo aver fornito la loro email o altre informazioni;
  • utilizzare le campagne a pagamento Lead Ads messe a disposizione da Facebook.

LinkedIn

Per i brand che operano in ambito B2B in cerca di contatti qualificati, il social network su cui puntare è sicuramente LinkedIn. Per utilizzarlo al meglio è bene aggiornare regolarmente il proprio profilo, pubblicare annunci che riguardano aspetti importanti dell’azienda su gruppi di utenti effettivamente interessati, utilizzare LinkedIn Pulse oppure SlideShare per rendere le proprie presentazioni facilmente fruibili dagli iscritti.

Instagram

L’uso di Instagram come strumento per fare lead generation è ancora agli esordi. Va ricordato, però, che le stesse campagne a pagamento Facebook Lead Ads possono essere proposte anche su Instagram. Inoltre, per favorire l’interazione e l’interesse dell’utente perché non utilizzare i video, oltre alle immagini, per mostrare i propri prodotti? Caratteristica imprescindibile del social è l’uso degli hashtag, meglio, ovviamente se unici e originali da associare esclusivamente al proprio brand.

Twitter

Pensando a Twitter, il primo consiglio è quello di monitorare le brand mentions. Il secondo è quello di utilizzare le Twitter Cards che vengono visualizzate nel flusso delle conversazioni. Nelle cards è possibile inserire un testo e un’immagine, meglio se accattivante, che invogli l’utente a espandere il tweet. In questo modo il potenziale cliente potrà visualizzare anche il bottone per la call to action.

In un’epoca digitale come la nostra, il social media marketing non serve più solo per aumentare la brand reputation. Tutti i canali sono meno costosi, più efficaci di quelli tradizionali e possono essere utilizzati per fare lead generation ma, perché i risultati siano davvero proficui, le campagne devono imprescindibilmente puntare sulla qualità ed essere misurabili.

 

 

 

 

13 set 2017

Lascia un Commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post correlati