Creare un social media contest di successo: ecco come

Aumentare e migliorare la brand awareness e la lead generation è il desiderio di ogni azienda che decide di puntare sui contest online per distinguersi dai competitor. I concorsi possono essere di varia natura e fare riferimento a social network distinti ma, per essere efficaci, tutti devono seguire le stesse regole di base.
Grazie ai social, i contest diventano interattivi, permettendo agli utenti di partecipare in prima persona attraverso i propri profili. È invece la natura stessa delle piattaforme digitali a consentire lo sviluppo di concorsi sempre più creativi e innovativi.

Social media contest: le tipologie

Prima regola: conoscere le tipologie di concorsi. È un passaggio fondamentale per capire quale può essere quello più adatto al budget a disposizione e al target/obiettivo da raggiungere. Ecco una carrellata dei contest di maggior successo:

  • Indovina e Vinci. Un classico senza tempo. Rispondere a una domanda o indovinare un evento futuro per ottenere, in caso di vittoria, un premio. Sicuramente la modalità perfetta per far parlare del proprio brand.
  • Foto – video contest. Scattare una foto (o fare un video) è un’azione ormai comune tra gli appassionati di social e quindi, caricarla sulla pagina del brand non sarà una richiesta troppo impegnativa per l’utente. Ogni concorrente che eseguirà il login tramite social network verrà acquisito dal brand come nuovo lead profilato.
  • Poll o Sondaggi. La richiesta che viene fatta all’utente è quella di rispondere a qualche domanda oppure di votare e condividere il suo voto su tutti i suoi canali social. Scopo del contest è quello di aumentare l’engagement del brand.
  • Giveaway. Perfetti per far aumentare il numero di follower, questi concorsi vanno per la maggiore su Facebook e Instagram. Offrono un piccolo premio in cambio di un’azione da parte dell’utente, ad esempio: un like o di una condivisione.

Quale premio regalare

quando si crea un social media contest è fondamentale scegliere un premio proporzionale alla tipologia di concorsoUn’annosa questione a cui va data priorità ogni volta che si decide di attivare un contest è la scelta del premio che deve essere proporzionale alla tipologia di concorso. È importante mettere in palio un regalo che stimoli l’utente a partecipare e che venga percepito come attraente, prezioso ma soprattutto di valore.
Ben venga un buono sconto o un omaggio su prodotti e servizi offerti dal brand.

Stimolare lo sharing

Parliamo di concorsi online sui social network e questo, ovviamente, significa: condividere, condividere, condividere! Lo sharing dei contenuti da parte dei follower è fondamentale per diffondere il più possibile il contest e, male non fa, premiare chi condivide di più con una più alta probabilità di vincere il premio finale.

Promuovere al meglio il concorso

Non c’è solo lo sharing tra gli utenti, bisogna anche attivare tutte le strategie di marketing per promuovere al meglio un concorso. Per prima cosa, va inserito un collegamento tra il concorso e il sito web del brand con, per esempio, banner creati ad hoc. Inoltre, vanno utilizzati tutti i social aziendali creando un piano editoriale appositamente redatto per supportare la promozione dell’attività, inviate DEM e newsletter a tema e, se è attivo anche un blog, pubblicare articoli che invoglino i lettori a partecipare. Sarà comunque necessario attivare le campagne paid in grado di fare la differenza in termini di raggiungimento dei risultati, per questo preventivare un budget per la promozione è davvero imprescindibile.

Analisi e dati

Una volta concluso il contest, sarà la volta di analizzare dati e risultati per capire se tutti gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti. Occhio quindi alla quantità e alla qualità di lead guadagnati, utenti coinvolti, condivisioni effettuate, engagement e tasso di conversione ottenuto. I dati, sia sa, oltre a dare un feedback oggettivo sul concorso appena svolto, sono fondamentali come base di partenza per le future attività promozionali che si vorranno pianificare.

Cosa manca? C’è un’ultima cosa che non va dimenticata: un concorso a premi deve avere un regolamento e rispettare le leggi in vigore, onde evitare sanzioni e multe salate. Chi è alle prime armi, per non correre rischi, può scegliere di chiedere il supporto di un’agenzia di comunicazione specializzata.

18 ott 2017

Lascia un Commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post correlati