9 Consigli per scrivere in maniera efficace un articolo per un blog

Gestire un blog personale o aziendale, non è uno scherzo. Per ottenere una crescita in termini di traffico, brand awareness e conversioni, è fondamentale imparare a scrivere bene gli articoli che lo compongono.

Ecco allora i principali consigli da seguire per avere un blog di successo:

Definire l’argomento

La prima cosa da fare è scegliere il tema da trattare e, una volta scelto il macro-argomento, capire come svolgerlo, se fare un excursus generale oppure se definire un aspetto particolare e approfondire solo quello.

Conoscere il proprio pubblico

Subito dopo aver circoscritto il tema da trattare, è basilare capire qual è il target a cui ci rivolgiamo. Quando si scrive per qualcuno è utile avere in mente un lettore ideale su cui puntare. Conoscere il suo linguaggio, i termini che più utilizza e i suoi gusti, aiuta a farsi comprendere meglio e accorcia le distanze tra noi e l’utente.

Fare una traccia delle cose da scrivere e mettere in ordine i punti da trattare

In poche parole, si tratta di fare l’ossatura dell’articolo, ovvero lo schema di ciò che va raccontato: una sorta di promemoria utile anche durante la fase di scrittura e, alla fine del lavoro, per verificare di non aver dimenticato nulla.

Suddividere il testo in: introduzione, corpo centrale e conclusione

Questa ripartizione è molto utile. Ecco qualche semplice linea guida da tener presente in questa fase:

  • Introduzione: è una parte fondamentale perché, se ben scritta, è quella che può convincere l’utente a proseguire nella lettura oppure ad abbandonarla. Qui dovrà essere presentato l’argomento in breve e si dovrà puntare su un topic particolarmente attraente.
  • Parte centrale: è il momento in cui entrare nel vivo dell’argomento. È proprio in questa parte che serve avere sotto mano la scaletta suggerita al punto 3. Quest’ultima può essere una buona base per impostare i paragrafi e sviluppare il tema in maniera più snella.
  • Conclusione: qui, di solito, si “tirano le somme”, si ribadiscono i concetti principali e si chiariscono, ad esempio, le ragioni per cui l’argomento trattato è importante oppure si anticipano altri temi che verranno trattati in futuro.

Attenzione alla punteggiatura e alla lunghezza delle frasi

È importante che l’articolo sia accessibile a tutti, per questo è indispensabile fare in modo che il maggior numero di frasi siano comprensibili, semplici e brevi. Il testo deve essere scorrevole e piacevole anche quando l’argomento è ostico. Il modo migliore per colpire un lettore, infatti, è spiegare concetti di qualsiasi tipo in modo semplice. Un valido aiuto è dato dalla punteggiatura. Chi scrive, non può non conoscerla e non usarla correttamente!

Curare la grafica, l’impostazione del testo e le immagini

Scrivere in maniera efficace è fondamentale per chi si occupa di gestire un blogChi scrive per il web deve stare molto attento alla componente visual ed estetica.
Oltre alla suddivisione del testo in paragrafi non troppo lunghi è necessario inserire una corretta spaziatura, gli elenchi puntati o numerati (che agevolano la lettura) e i titoli e i sottotitoli in H1, H2, H3 ecc. Per quanto riguarda la grafica vera e propria, invece, è bene non scegliere font arzigogolati, utilizzare un unico colore, evitare di sottolineare frasi e parole e aggiungere immagini pertinenti al tema dell’articolo e coerenti con lo stile del blog.

Massima attenzione alla lunghezza

Non c’è un numero massimo di parole da utilizzare per fare un buon articolo. Ogni volta che si scrive qualcosa bisogna ragionare sull’argomento, sul tipo di blog e sulla funzione comunicativa del testo. Gli esperti SEO, preferiscono gli articoli lunghi perché vengono percepiti di maggior valore ma, non è da tutti saper scrivere tanto e bene.

Ottimizzare un articolo in ottica SEO

L’argomento SEO è vasto e complesso, abbiamo già accennato all’inserimento dei titoli (H1, H2, H3, H4, ecc.), utili a questo scopo ma, ovviamente, non sufficienti. Vanno, inoltre, utilizzati i corsivi e i grassetti per evidenziare i concetti principali e le parole chiave e vanno inseriti i link di approfondimento da abbinare alle keywords. In questo modo, il testo, oltre a essere più facile da leggere, sarà anche ottimizzato in chiave SEO.

  • Per quanto riguarda il tema keywords, la principale dovrà essere inserita:
    nel titolo (H1)
  • in almeno un sottotitolo (H2)
  • nel permalink
  • nel primo paragrafo di testo
  • nell’immagine in evidenza
  • nella meta description

Le secondarie e le correlate dovranno essere aggiunte, con naturalezza, nel corpo del testo, in un altro sottotitolo e nelle restanti immagini.

Ultimo step: rileggere

Mai trascurare quest’ultimo punto e, quindi, mai pubblicare articoli non riletti.
Quando va riletto un testo?
Meglio non farlo subito dopo aver finito di scrivere, bensì far passare un po’ di tempo e riposare la mente prima di dedicarsi alla revisione. Se si può, ben venga farlo rileggere anche a un esterno!

In un’epoca come quella che stiamo vivendo che punta sulle tecniche di inbound marketing abbinate alla comunicazione digitale, ovvero alla possibilità di farsi trovare con facilità dai clienti attraverso contenuti e articoli interessanti che rispondono alle loro ricerche, è davvero imprescindibile non trascurare nessuna delle regole che abbiamo elencato.

 

07 feb 2018

Lascia un Commento!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post correlati